Associazione Gli Asini

Gli Asini è un’associazione che si riconosce nei principi della giustizia e della solidarietà sociale ed economica, della partecipazione democratica alla vita della comunità, della promozione dei diritti civili e umani in ambito nazionale e internazionale.
Per contribuire alla realizzazione di questi principi l’associazione si pone prioritariamente come scopo la promozione di attività di utilità sociale, iniziative editoriali e culturali e progetti di ricerca, formazione, comunicazione nei seguenti settori: pace e diritti umani; cooperazione allo sviluppo e solidarietà internazionale; economia solidale, volontariato e terzo settore; movimenti sociali, campagne e società civile; immigrazione e lotta al razzismo; economia internazionale, politiche pubbliche e sociali.
Per sostenere queste attività l’associazione promuove altresì attività educative, culturali, editoriali, di documentazione e di consulenza, nonché l’erogazione di servizi specifici, soltanto se strettamente strumentali al perseguimento delle finalità statutarie.

Attività

Gli Asini promuovono incontri, convegni e presentazioni di libri e ricerche. Clicca qui per leggere alcune delle iniziative organizzate nel 2008-2011

Ricerca

Tra le attività in corso, la realizzazione della prima ricerca sull’editoria sociale in Italia attraverso un’indagine qualitativa e quantitativa. Clicca qui per maggiori informazioni

I libri hanno gambe

Un furgone ecologico come libreria e serigrafia itinerante

volantino_libri_gambeL'associazione Gli Asini a.p.s., finanziata dall'8 per mille della Tavola valdese, propongono un'idea di welfare "mobile", caratterizzato da presenza capillare nel territorio, snello e immediatamente operativo. Il progetto propone infatti un servizio di divulgazione culturale itinerante, su un territorio che vede i parchi e le piazze come elemento fondamentale della vita sociale. In collaborazione con diverse realtà associative che fanno parte della sua rete e diversi Municipi, l'Associazione propone numerosi eventi rivolti ai cittadini che abbiano al centro l'invito alla lettura come elemento propulsivo. L'originalità della proposta consiste nel fatto che le iniziative proposte saranno organizzate, pubblicizzate, veicolate, attraverso un furgone libreria serigrafia ecologico.

Proponendo la creazione di un punto di riferimento mobile per il cittadino, l'Associazione intende mettere in rete residenti e associazioni del territorio, contrastando il progressivo allontamento degli abitanti dal legame con la comunità e il territorio e l'acuirsi del senso di isolamento che questi sempre più percepiscono. L'idea è quella di organizzare eventi diffusi, di portare le iniziative ai cittadini piuttosto che cercare di portare i cittadini agli eventi. Un furgone libreria serigrafia ecologico proponendo iniziative e anche semplicemente uno spazio di accoglienza, dove fermarsi anche a leggere e parlare. In un'ottica di cittadinanza di prossimità, si crede che proporre delle iniziative gratuite sul territorio alimenti il senso di appartenenza alla comunità, la partecipazione alla vita del territorio, la sensazione di riappropiazione degli spazi pubblici e quindi l'acuirsi di un senso di cura e responsabilità verso il bene pubblico che è di tutti.

Il parco diviene il simbolo dell'incontro, dello spazio dove diverse categorie di popolazione, forse le più sensibili, si trovano a passare. Gli anziani, le persone sole, i bambini e le loro famiglie. La presente proposta ambisce a mettere in piedi iniziative sociali che riattivino dinamiche positive in diversi parchi presenti nei municipi I, IV, V, VII, XIV, XV del comune di Roma, portando avanti attività, laboratori e incontri rivolti a giovani, bambini e anziani, cioè a quella parte della popolazione che più frequenta i parchi quotidianamente.

furgone_libri_gambe

Le tappe della primavera 2016

  • 28 aprile Centro Interculturale “Miguelim” via Policastro 45 Le guarattelle di Bruno Leone
  • 5 maggio ex Cartiera Latina via Appia Laboratorio di serigrafia a cura di Else
  • 12 maggio Piazza Mosca Radio Freccia Azzurra diretta radiofonica con gli studenti
  • 21 maggio Villa Gordiani Magna Longa
  • 25 maggio largo Cocconi, Centocelle Laboratorio di serigrafia alla scuola Marco Polo
  • 7 giugno Parco San Galli Le guarattelle di Brunello Leone
  • 12 giugno Casa di Pietro a Lanuvio Festa di primavera e laboratorio di serigrafia
  • 21 giugno Casa nel parco del Parco dell’Aniene Laboratorio di serigrafia

Progetto Libri e giornalismo in carcere

“Progetto sostenuto con i fondi Otto per mille della Chiesa Valdese (Unione delle chiese metodiste e valdesi); dalla Fondazione Charlemagne onlus; dalla Regione Lazio nell’ambito del progetto “Io Leggo”.

Sintesi del progetto
Il progetto attivo per il periodo 2014-2015 si sviluppa su due assi: formazione alla comunicazione, promozione del libro e della lettura in contesto di forte criticità sociale. Esso si presenta come la continuazione e l’approfondimento
dell’azione del progetto Libri in carcere realizzato nell’anno 2013 e sostenuto con i fondi della Fondazione Charlemagne onlus e dell’Otto per mille della Chiesa Valdese.
Le attività sono realizzate su tutto il territorio nazionale, in particolare presso il carcere romano di Rebibbia Nuovo Complesso e la Seconda Casa di Reclusione di Milano (Bollate); alcune attività si indirizzano ad altri Istituti del territorio nazionale, con particolare riferimento agli Istituti di pena minorili di Casal del Marmo, Potremoli Bari e Torino e in numerosi Istituti di pena del territorio laziale.

  1. Il primo asse è volto alla formazione giornalistica finalizzata allo sviluppo di competenze in materia di scrittura giornalistica e radiogiornalismo da realizzarsi a Roma e a Milano presso gli istituti di Rebibbia e Bollate.Lo scopo è quello di ricercare forme innovative di progettazione, produzione e distribuzione delle informazioni e della cultura anche in contesti di criticità.
    Il progetto intende così favorire proposte didattiche finalizzate alla scrittura delle notizie radiofoniche volte alla comunicazione delle informazioni e alla diffusione di rubriche letterarie e non. L’idea è quella di specializzare alcuni detenuti nel lavoro di regia, altri in quelli di elaborazione delle notizie, altri ancora nella conduzione.
  2. Il secondo asse prevede la promozione del libro e della lettura. Le attività di questa parte di progetto prevedono presentazioni di libri e raccolta di volumi per le biblioteche. La realizzazione di incontri con autori è pensata in modo da moltiplicare gli stimoli e allargare il raggio d’azione del progetto a numerosi istituti oltre quelli dove verranno realizzate le attività formative. L’obiettivo è quello di concorrere a sostenere iniziative culturali che avvicinino maggiormente il pubblico dei non lettori al libro e alla lettura. Intendendo la lettura come un possibile veicolo di riabilitazione della persona che si trova in carcere. Gli incontri con gli autori sono progettati come un’occasione di dialogo tra i/le detenuti/e e gli scrittori invitati, che non si limitano a presentare la propria opera, ma instaurano un vero e proprio scambio di idee con i partecipanti. Prima di ogni incontro presso gli Istituti coinvolti verranno inviati i volumi dell’autore invitato, in modo che la platea possa prepararsi con domande e suggestioni. Questa attività si concentrerà negli Istituti femminili e per minori del territorio laziale. Un’ulteriore attività del secondo asse prevede la raccolta di volumi da destinare alle biblioteche degli istituti di detenzione per minori sul territorio laziale. I referenti delle diverse biblioteche indicheranno una mappatura dei fabbisogni librari che il progetto si impegnerà a soddisfare mediante acquisto di volumi e raccolta di donazioni da parte delle case editrici italiane. Verranno coinvolte diverse piccole e medie case editrici: Edizioni dell’Asino, Le Lettere, Sirente, Becco giallo, Hoepli , Donzelli, Adelphi , Iperborea, Jaca Book, Orecchio acerbo, Nutrimenti, La Nuova Frontiera, Eleuthera, Nottetempo, Il saggiatore, Laterza, Newton Compton, Edizioni e/o, RCS, Sellerio, Fandango, Voland, Guanda, Mulino, Marcos y Marcos,Vallardi. L’attività mira a sviluppare iniziative che possano promuovere lo sviluppo delle biblioteche, riequilibrando e incrementando l’offerta culturale delle biblioteche carcerarie.
Credits del progetto

Aderire a Gli Asini

Si può aderire a Gli Asini con il versamento della quota associativa di 30 euro scrivendo a info@gliasini.it

Donazioni

Puoi fare donazioni a Gli Asini per le attività politiche, sociali e culturali dell’associazione. Per sostenere Gli Asini e le loro iniziative puoi versare il tuo contributo sul C/C 124145 di Banca Popolare Etica, filiale di Roma intestato a Gli Asini, IBAN IT 52 O 05018 03200 000000124145 Se vuoi contribuire o collaborare con noi puoi scrivere a collabora@gliasini.it